Il Commercialista

La Manovra Monti : “ Il decreto Salva Italia “

Il Commercialista da avvio ad alcuni scritti sintetici, di informazione su normative e disposizioni prevalentemente di natura tributaria che possano interessare la generalità dei lettori .
Il nuovo anno inizia con nuove normative fiscali che avranno per molti un costo aggiuntivo : Il decreto così detto “ Salva Italia “ e’ infatti un provvedimento articolato contenete diverse disposizioni che riguardano buona parte dei contribuenti indipendentemente dallo svolgimento di un’attività d’impresa o di lavoro autonomo e qui si accennerà ad alcune di queste ed in particolare :
Limiti all’utilizzo del contante
Estratti conto anche al Fisco
Nuovo ISEE
Detrazioni Irpef 36% – 55%
Auto di lusso

Limite all’uso del contante
Con la pubblicazione del cosi detto decreto “ salva Italia” il legislatore a partire dal 06/12/11 ha introdotto ad euro 1000,00 il limite per l’utilizzo :
del denaro in contante
degli assegni bancari o postali trasferibili con girata
dei libretti di deposito bancari o postali al portatore

A titolo meramente informativa si riepiloga la più recente evoluzione normativa nell’uso del contante :
dal 25/06/08 al 30/05/10 il limite era di euro 12.500,00 ( DL 112/08 )
dal 31/05/10 al 13/08/11 il limite viene abbassato ad euro 5.000 ( DL 78/10 )
dal 13/08/11 al 05/12/11 il limite viene ulteriormente ridotto ad euro 2.500 ( DL 138/11)
dal 06/12/11 si arriva agli attuali euro 1.000 ( DL 201/11 )

Si segnala che la limitazione riguarda : complessivamente il valore oggetto di trasferimento ( ossia il prezzo o corrispettivo di una prestazione di servizi o di un bene : acquisto di un motorino, di un orologio piuttosto che l’onorario del dentista , ecc…) , le cosi dette operazioni frazionate poste in essere attraverso più operazioni singolarmente inferiori ai limiti (ad esempio più pagamenti, inferiori alla soglia di euro 1000,00 , fatti ad un artigiano edile che ha eseguito dei lavori di ristrutturazione in casa vostra ) .
La violazione del nuovo limite per il denaro contante implica una sanzione amministrativa pecuniaria dall’1% al 40% dell’importo trasferito con un minimo di euro 3.000,00 .

Comunicazione estratti conto bancari.
Dall’inizio del nuovo anno , in base a quanto previsto dall’ art. 11 del citato decreto “ Monti” gli estratti conto relativi ai rapporti intrattenuti con banche e Posta saranno inviati oltre che al titolare del conto anche al fisco che avrà così in tempo reale conoscenza dei movimenti bancari di ciascuno . In tale modo l’amministrazione finanziaria sarà in grado di selezionare i contribuenti da controllare sulla base della disparità tra redditi dichiarati e disponibilità finanziarie detenute. Sarà ovviamente possibile dimostrare i motivi di eventuali scostamenti .

Nuovo Isee .
L’isee ( indicatore della situazione economica equivalente) sarà rivisto nei criteri di calcolo con l’emanazione di apposito DPCM che individuerà le agevolazioni tributarie , tariffarie ed assistenziali che dal 01/01/13 non potranno essere riconosciute ai soggetti in possesso di un isee superiore ad un determinato tetto che verrà stabilito dal provvedimento. La norma è preoccupante in relazione alle possibili agevolazioni che potrebbero esservi comprese ( interessi sui mutui prima casa piuttosto che detrazioni del 36% su ristrutturazioni ecc.. )

Detrazioni 36% e 55% sulle ristrutturazioni edilizie ed interventi per il risparmio energetico.

La normativa sulla detrazione irpef del 36% per le spese sostenute per interventi di recupero del patrimonio edilizio ( ristrutturazioni) , introdotta dalla legge 449/97 e poi prorogata di volta in volta da leggi diverse, con la manovra Monti va a “regime” e quindi se ne continuerà a godere senza ulteriori provvedimenti legislativi di proroga . La previsione della nuova norma ne amplia inoltre la portata . Si fa seguire qui un elenco sintetico delle principali opere per le quali si può godere dell’agevolazione :
opere di manutenzione ordinaria e straordinaria e di ristrutturazione edilizia sia su parti comuni di edifici residenziali che su singole unità immobiliari
realizzazione di posti auto ed autorimesse pertinenziali
ricostruzione o ripristino dell’immobile danneggiato a seguito di calamità naturali
eliminazione di barriere architettoniche per favorire la mobilità dei portatori di Handicap
opere finalizzate al contenimento dell’inquinamento acustico
bonifica dell’amianto
realizzazione di opere finalizzate al risparmio energetico
Viene confermata dal provvedimento la ripartizione della detrazione in 10 rate di pari importo e sembrerebbe scomparire la detrazione in un minor numero di rate per gli over-75 .

La detrazione fiscale del 55% sul risparmio energetico e’ prorogata sino a tutto il 31/12/12 lasciando inalterata la ripartizione in 10 anni . Si ritiene che le spese attinenti il risparmio energetico dal 2013 rimangano deducibili nella minor misura del 36% essendo stata indicata tale tipologia di spesa con riferimento appunto alla detrazione del 36% .

Auto di lusso
La Manovra di fine anno introduce una “supertassa” sulle auto di lusso nella misura di € 20,00 per ogni kW di potenza eccedente i 185 kW. In tale categoria sono ricomprese auto in diverse fascie di utenza : Audi A3 e A4 , Bmw serie 3 e serie 5 , suv come Q5 e Q7 .

Argomenti di prossima trattazione : nuovo redditometro / spesometro / rivalutazione delle rendite / ritorno dell’imposizione sulla prima casa / aumento dell’iva / pensioni.
Per la richiesta di chiarimenti o trattazione di argomenti ritenuti di particolare interesse potrete rivolgervi allo scrivente o tramite il direttivo del circolo o contattandomi al numero 0184/507437

Buon lavoro a tutti !!
Il commercialista